Scuola_net_byod
Tutorial - 24 novembre 2017

Come prendere appunti nella scuola digitale?

L’azione 6 del Piano Nazionale Scuola Digitale prevede di coinvolgere le classi nel BYOD: Bring Your Own Device, in italiano “porta il tuo dispositivo”, un’espressione tratta dalla terminologia aziendale che invita a utilizzare i propri dispositivi personali, come smartphone e tablet, al lavoro (e in questo caso a scuola).

Se decideste di promuovere questa pratica nella vostra scuola, quali app consigliare ai propri studenti per prendere appunti con il proprio dispositivo durante una lezione all’insegna della digitalità?

Possono essere usate tante app diverse, in particolare sono particolarmente interessanti quelle che permettono di prendere appunti in maniera creativa e “sincronizzata”, di modo che ogni appunto preso sul cellulare sia visibile anche sugli altri dispositivi personali.

Ecco 3 esempi:
  • Evernote è una nota app per prendere e organizzare appunti sul web. Consente di salvare link, immagini, testi utili trovati online e ritrovarli in maniera facile. È ricca di funzioni per condividere, modificare e personalizzare.
  • Google Keep è un’estensione di Google che permette di tenere appunti (salvare link, testo e immagini di pagine web) e promemoria in maniera molto semplice e essenziale e sincronizzarli in tempo reale, rendendole accessibili dal browser.
  • Infine Onenote è il programma Microsoft che organizza informazioni, appunti e note di ogni tipo. Permette di digitare, scrivere o disegnare liberamente, come con carta e penna, oltre a cercare e ritagliare informazioni dal web.

Avete provato queste app? Raccontateci le vostre esperienze per messaggio o su Facebook!

 

Condividi Post:
Articoli Correlati