Il sistema scolastico UK: come funziona la scuola nel Regno Unito

MONDO SCUOLA - 20 aprile 2021

L’istruzione pubblica in UK è totalmente gratuita, ma le scuole si possono dividere in quelle statali, chiamate maintained, e in quelle private, chiamate independent (caratterizzate dal pagamento di una retta scolastica oppure sostenute da enti privati). A partire dal diciannovesimo secolo il Regno Unito fonda il suo sistema scolastico sulla decentralizzazione delle decisioni. Ciò significa che la scuola è amministrata dalle novantasei Local Education Authorities presenti in tutto il territorio che garantiscono l'istruzione pubblica. Pertanto sebbene il Ministero della Pubblica Istruzione (Department for Education & Skills) effettui continuamente controlli per verificare che tutto avvenga in modo regolare, non è quest'organo ad occuparsi di tutto ciò che riguarda direttamente la scuola inglese.

 

La divisione del sistema scolastico inglese

La scuola inglese sostanzialmente si divide in tre fasi principali: educazione primaria, educazione secondaria e educazione terziaria. L'educazione primaria (chiamata primary education) è quella che comprende i bambini che vanno dai cinque fino agli undici anni. Questo tipo di istruzione a sua volta si suddivide in altre tre tipologie ovvero infant, junior e junior e infant. A partire dagli undici fino ai sedici anni i bambini frequentano l'istruzione secondaria (secondary education). A sedici anni poi si conclude l'obbligo di frequentare la scuola e chi vuole può frequentare l'istruzione terziaria ovvero tertiary education. Questa scuola superiore, sebbene non sia obbligatoria, viene comunque frequentata dalla maggior parte dei ragazzi inglesi che terminano le scuole a diciotto anni, dopo aver ottenuto il diploma (senza il quale non è possibile iscriversi all'università).

 

Come funziona la scuola nel Regno Unito

Nel 1988 nelle scuole inglesi è stato introdotto un programma secondo il quale ogni scuola ha in comune delle materie principali come inglese, scienze e matematica. Naturalmente ogni istituto decide quali sono i libri da utilizzare e i metodi per la valutazione dei ragazzi. Le scuole private invece possono utilizzare una metodologia differente, ma generalmente anch'esse si adattano a quella della scuola pubblica. Oltre alle materie fondamentali ce ne sono altre sette propedeutiche: storia, geografia, informatica, lingua straniera, musica, arte, educazione motoria. A partire dagli undici anni di età gli studenti passano alla scuola secondaria senza aver sostenuto alcun esame dal momento che verranno poi valutati nel corso degli anni scolastici successivi secondo lo Standard Assessment Task (ovvero gli esami nazionali che vengono sostenuti in tutta la nazione seguendo dei parametri precisi).

 

La scuola superiore nel Regno Unito: come funziona

Per quanto riguarda la scuola superiore inglese, prevede un sistema che è stato elaborato nel 1938 e in seguito modificato. La scuola superiore quindi si divide in Grammar School (corrispondente al liceo italiano), Technical School (l'istituto tecnico) e la Modern School (l'istituto professionale). Le scuole private invece vengono chiamate Public School: nonostante il nome possa trarre in inganno, si tratta di istituti destinati soltanto a una certa fascia di persone. In seguito alla seconda guerra mondiale la Grammar School è stata estesa a tutti gli studenti tuttavia, poiché non poteva accoglierli tutti, si è dato vita alle Comprensive School che abbracciano circa il 90% degli studenti inglesi. Nelle scuole del Regno Unito inoltre c'è un alto grado di integrazione grazie anche allo sviluppo dell'immigrazione e alla nascita di una società sempre più multietnica.

 

Quali sono le principali differenze tra il sistema scolastico italiano e quello inglese

La scuola inglese presenta diversi aspetti che la differenziano da quella italiana, primo tra tutti il sistema degli esami. Nel Regno Unito infatti i ragazzi non devono sostenere esami orali ma le valutazioni si basano soltanto su prove scritte. Pertanto periodicamente vengono svolti dei compiti in classe per valutare il livello degli studenti. Questi ultimi inoltre non devono studiare tutte le materie (tuttavia ce ne sono alcune che valgono per tutti) e dunque non dovranno neanche fare tutti gli esami: ci sono infatti esami diversi a seconda del percorso che si vorrà scegliere una volta ottenuto il diploma di scuola superiore. Per quanto riguarda gli orari scolastici, la scuola inglese può averne diversi a seconda del giorno, a differenza della scuola italiana in cui gli studenti devono seguire ogni giorno lo stesso orario delle lezioni.

 

Scuola inglese: vacanze e orari scolastici

In Inghilterra le vacanze durano circa sei settimane e cominciano a partire dalla metà di luglio fino ad arrivare ai primi giorni di settembre (quando solitamente comincia la scuola). A Natale e Pasqua invece i ragazzi ottengono due settimane di vacanza mentre a metà ottobre e a metà febbraio la scuola prevede un'altra settimana di riposo. Naturalmente le date precise possono variare da istituto a istituto dal momento che le decisioni vengono prese in maniera autonoma dagli enti locali. I ragazzi che hanno un'età compresa tra gli undici e i sedici anni devono seguire almeno ventiquattro ore a settimana mentre per le scuole superiori sono previste venticinque ore. Di solito le lezioni in un giorno si svolgono a partire dalle 9 fino alle dodici, segue poi la pausa pranzo, dopodiché vengono fatte altre due ore di lezione nel corso del pomeriggio. Fino al compimento dei sedici anni i ragazzi in molte scuole devono indossare la divisa (in particolar modo nelle scuole private) mentre a partire dai sedici anni è possibile anche non indossarla sia nelle scuole pubbliche sia in quelle private.

 

UK: organizzazione degli insegnanti nelle scuole

Per quanto riguarda gli insegnanti, è la scuola stessa a decidere quali devono essere inseriti nell'ambito scolastico. Per la selezione non esiste una classifica degli insegnanti ma è il consiglio di amministrazione (chiamato Board of Governors) a decidere chi dovrà essere mandato nelle scuole. Tuttavia molto spesso questa decisione viene anche lasciata direttamente ai direttori di istituto. Una volta acquisita l'abilitazione all'insegnamento, ogni insegnante dovrà effettuare un certo periodo di prova fino a quando non otterrà poi un contratto a tempo indeterminato. Gli insegnanti inoltre vengono pagati dalla scuola e devono lavorare per circa trentasette ore alla settimana. Naturalmente gli stipendi si basano su dei contratti nazionali ma possono anche presentare dei supplementi per i professori più bravi. Questi ultimi spesso ricevono anche incentivi, premi e gratifiche dalla scuola stessa. Oltre a insegnare le diverse materie in cui sono specializzati, gli insegnanti in Inghilterra dovranno anche valutare attentamente i ragazzi. In genere i principi su cui si fonda la valutazione sono essenzialmente tre: pianificare un obiettivo, monitorare i progressi dello studente e valutare il ragazzo al termine del percorso scolastico.