Come funziona la scuola in Svizzera

MONDO SCUOLA - 22 maggio 2021

Emblema di ordine e precisione in tutto il mondo, la Svizzera vanta un sistema efficiente e organizzato, dai primi anni di istruzione a quelli dell'Università. Ma la situazione è davvero tanto distante dalla realtà italiana oppure esistono dei punti di contatto con quest'ultima? 

 

La struttura del scolastico svizzero

Innanzitutto è necessario constatare che la Svizzera è una confederazione di 26 cantoni e ognuno di essi ha un ordinamento strutturato e gode di un'autonomia neanche lontanamente paragonabile a quella delle regioni d'Italia.

A differenza della nostra nazione, quindi, in Svizzera non c'è un organo equivalente al Ministero della Pubblica Istruzione e dell'Università: nonostante la recente tendenza ad uniformare le normative, ogni stato elvetico ha le proprie leggi e, in fatto di scuola, fa riferimento alle amministrazioni locali.

Fino al 2015 l'obbligo scolastico iniziava a 7 anni, uno in più rispetto agli alunni italiani; ad oggi i bambini devono andare a scuola al compimento del 4° anno (3° in Ticino, 5° a Friburgo) nei kindergarten, vale a dire negli asili infantili. Possiamo distinguere, quindi, diversi livelli di istruzione:

  • Spielgruppe (1 anno prima del kindergarten, nella Svizzera tedesca)
  • Kindergarten
  • Scuole primarie
  • Scuole secondarie di primo grado
  • Scuole secondarie di secondo grado
  • Baccalaureato e università

L'istruzione obbligatoria termina alla conclusione delle medie, per tutti gli Stati. Esaminiamo, adesso, i livelli di istruzione pre-ateneo, a partire dalle elementari.

 

Scuola primaria

La durata è di 6 anni, ad eccezione del canton Ticino dove ne sono previsti 5. Le lezioni sono suddivise in periodi di 45 minuti ciascuno: oscillano tra le 21 e le 25 a settimana nel primo e nel secondo anno, mentre salgono fino a 30 dal terzo in poi.

Lo svolgimento della didattica è concentrato per lo più al mattino, con uno o al massimo due rientri ogni sette giorni. Molti alunni riescono a tornare a casa per mangiare, mentre in alcuni casi è previsto un servizio mensa (presso le tagesstruktur).

Quanto alle materie, ricordiamo la lingua ufficiale del cantone e la matematica, spesso con l'introduzione di un secondo idioma nazionale o straniero negli anni successivi (generalmente al 3° o al 5°). Non mancano altre discipline come canto, musica, educazione tecnica e nuoto, proposte in base a scelte interne.

Le classi tendono ad essere poco numerose, anche con meno di 20 bambini. Nel primo biennio notiamo una certa continuità con la scuola per l'infanzia: i piccoli allievi hanno pochissimi compiti a casa, tante occasioni per sviluppare la manualità e molto tempo per giocare.

 

Scuola secondarie di primo grado

In Ticino dura 4 anni, mentre negli altri Stati 3. Le materie previste fanno riferimento ai piani previsti dai Comuni e possono variare in tipo A o tipo B a seconda del tipo di alunno.  La possibilità di accedere a uno dei livelli previsti è definita in base a:

  • la media dei voti alla fine delle elementari
  • il risultato dell'esame finale, non sostenuto in tutte le scuole primarie svizzere
  • parere dei maestri.

 

Scuola secondaria di secondo grado

Dopo gli 11 anni di istruzione obbligatoria, 3/5 della popolazione studentesca conclude il ciclo obbligatorio e si inserisce nel mondo del lavoro. Chi vuole continuare gli studi, invece, può entrare nella scuola secondaria di secondo grado. Tra le opzioni disponibili ci sono:

  • istituti professionali
  • scuole preparatorie ai livelli più alti di formazione (indirizzi tecnici e licei).

Un sistema fatto in questo modo si definisce "duale", perché ammette due possibilità dopo il diploma: iniziare a svolgere un mansione specializzata o proseguire con la carriera universitaria. A rigore, quest'ultima è percorribile unicamente con una preparazione liceale.