Il Consiglio di Classe: riunioni, funzioni e competenze. Il ruolo dei rappresentanti di classe

MONDO SCUOLA - 08 luglio 2021

All'interno dell'ambito scolastico, il consiglio di classe, di interclasse e di intersezione rappresentano degli organi collegiali costituiti da diversi elementi ovvero gli studenti, i genitori e i docenti che si riuniscono al fine di concordare le attività scolastiche e didattiche più idonee. Generalmente i membri degli organi collegiali vengono scelti dai componenti della categoria a cui appartengono (ad esempio l'elezione dei genitori avviene mediante tutti gli altri genitori). Oltre ai membri dei consigli di classe, sono presenti poi altri due componenti fondamentali ovvero il coordinatore e il segretario. Tra il consiglio di classe, di interclasse e di intersezione ci sono però delle sostanziali differenze.

Il consiglio di interclasse è presente nella Scuola Primaria ed è presieduto da un dirigente scolastico oppure da un docente. Al suo interno sono presenti tutti i docenti della classe (anche i docenti di sostegno) e un rappresentante che fa le veci di tutti i genitori. Per quanto riguarda il consiglio di intersezione invece è presente nella Scuola dell'Infanzia e prevede tutti i docenti delle classi e un rappresentante per i genitori. Nella scuola secondaria invece viene fatto il consiglio di classe: quest'ultimo prevede i docenti di ogni classe (compresi quelli di sostegno), due rappresentanti che fanno le veci degli studenti della Scuola secondaria di II grado, quattro genitori che rappresentano tutti i genitori degli studenti della Scuola secondaria di I grado e due rappresentanti dei genitori della Scuola secondaria di II grado. A dirigere il consiglio poi c'è un dirigente scolastico oppure un docente scelto da quest'ultimo.

 

Consiglio di classe: come i genitori possono diventare rappresentanti

Per diventare rappresentante di un consiglio di classe della Scuola secondaria bisogna essere eletti da tutti gli altri genitori. Per ottenere questa carica non c'è bisogno di alcun requisito specifico se non, naturalmente, quello di avere uno o più figli iscritti alla classe per cui si vuole diventare rappresentanti. Sia i padri che le madri possono diventare membri del consiglio di classe oppure possono partecipare alla votazione per l'elezione del rappresentante. Generalmente le elezioni vengono effettuate una volta ogni anno, sono presiedute dal dirigente scolastico secondo le norme stabilite e vengono effettuate in maniera molto semplice. È inoltre diritto dei genitori indire delle riunioni per parlare dei problemi presenti nella scuola oppure nella classe dei propri figli. I genitori che vogliono riunirsi dovranno farlo mediante i rappresentanti che avranno il compito di informare il dirigente scolastico preventivamente per poter ottenere l'utilizzo dei locali della scuola e organizzarsi nell'assemblea. Inoltre potrebbe verificarsi la convocazione di un consiglio dei genitori da parte degli stessi docenti, i quali hanno anche il diritto di assistere alle riunioni dei genitori.

 

Qual è il compito dei rappresentanti degli studenti e dei genitori

I rappresentanti dei genitori e degli studenti hanno il compito di tenere informata la classe e le famiglie su ciò che accade nell'ambito scolastico. Inoltre i rappresentanti devono raccogliere le richieste e i problemi della classe e presentarli al consiglio di classe che deciderà poi sul da farsi. Pertanto questo organo permette anche di sviluppare le relazioni tra i genitori e gli alunni in modo che sia assicurato il benessere comune e il buon profitto di tutti gli alunni. Anche se i rappresentanti del consiglio di classe vengono scelti una volta all'anno ed entro il 31 ottobre, è bene tenere presente che la formazione iniziale potrebbe subire dei cambiamenti dal momento che non si tratta di un sistema estremamente rigido.

 

Quali sono le funzioni del consiglio di classe

Il compito principale del consiglio di classe è quello di valutare il modo di procedere della classe nel corso dell'anno, ma anche di presentare proposte su possibili nuovi progetti. Questo organo inoltre può suggerire al Collegio Docenti delle innovazioni o delle attività che riguardano la didattica scolastica. In tal modo si potranno utilizzare nuovi metodi e strumenti per semplificare e migliorare non solo il rapporto tra alunni e docenti ma anche quello tra le famiglie e la scuola. In genere il consiglio di classe (così come quello di interclasse e di intersezione) si occupa di valutare, sperimentare e programmare in ambito scolastico. Una delle sue funzioni più importanti è senza dubbio la programmazione educativo-didattica. Quest'ultima viene pianificata di solito nei primi mesi dell'anno in modo tale da avere bene in mente quali saranno tutte le attività e i compiti che dovranno essere eseguiti dagli studenti. Gli insegnanti quindi dovranno evidenziare con che metodi e strumenti porteranno avanti il loro programma scolastico. Un altro elemento fondamentale da non sottovalutare è la scelta dei libri di testo che saranno utilizzati dalla classe. Il consiglio di classe propone alcuni testi che vengono poi valutati dal Collegio dei docenti che deciderà quali sono quelli più idonei. Tra i compiti del consiglio di classe ci sono anche i provvedimenti disciplinari a carico di uno o più alunni. In questi casi se il genitore dello studente coinvolto è un rappresentante dei genitori, dovrà essere sostituito da un delegato.

 

Quali sono le principali differenze tra il consiglio di classe semplice e composto

Il consiglio di classe si può articolare sostanzialmente in due livelli fondamentali: il primo è quello semplice e prevede la presenza soltanto dei docenti, mentre il secondo è quello composto e comprende non solo i docenti ma anche i genitori e gli studenti. Questi due tipi di articolazioni hanno competenze differenti. Il consiglio di classe che comprende solo i docenti si occupa di coordinare l'attività didattica dei docenti tenendo in considerazione i programmi previsti nei diversi dipartimenti, di stabilire quali metodi, competenze e strumenti possono essere utilizzati all'interno della classe, verificare i progressi ottenuti dalla classe rispetto al programma iniziale proposto, programmare eventuali attività di recupero, di sviluppo e di potenziamento per gli studenti. Per quanto riguarda invece il consiglio di classe composto non solo dai docenti ma anche dagli studenti e dai genitori, esso si occupa di proporre nuove attività e progetti al Collegio dei docenti per ciò che concerne l'andamento scolastico, promuovere attività di sperimentazione, di formazione e di cultura che possano essere abbinate al comune insegnamento scolastico (un esempio sono le gite, le visite al museo, ai teatri, i viaggi, ma anche partecipare a concorsi, spettacoli, mostre, stage e convegni) migliorare le competenze degli studenti e la relazione interdisciplinare tra alunni, insegnanti e famiglie.

 

Che cosa bisogna sapere sul consiglio di classe

Nei consigli di classe che vengono svolti in presenza di docenti, alunni e genitori, è bene ricordare che, fatta eccezione per le assemblee fatte per discutere degli scrutini finali, non è possibile parlare di un singolo studente ma bisognerà concentrarsi sull'andamento generale della classe. Pertanto non si può violare la normativa sulla privacy di ciascuno studente, concentrandosi su un caso singolo che riguarda sia la disciplina sia il rendimento a scuola. Le difficoltà di un singolo studente verranno invece affrontate dal Consiglio d'Istituto e dalla Commissione disciplinare. Bisogna ricordare poi che il consiglio di classe viene indetto in base ai periodi in cui è suddiviso l'anno scolastico ma è possibile anche convocare un consiglio straordinario mediante una richiesta scritta effettuata dai componenti che ne fanno parte. In genere la convocazione del consiglio deve essere effettuata almeno cinque giorni prima, oppure due giorni prima se ci sono problemi urgenti.