I segreti della Lavagna Interattiva Multimediale

MONDO SCUOLA - 20 dicembre 2021

Dal 2006, quando è stata introdotta ufficialmente nella scuola italiana, la LIM si è diffusa velocemente nelle scuole italiane di ogni ordine e grado.

 

La lavagna interattiva multimediale, o più semplicemente LIM, coniuga la funzionalità didattica della visualizzazione condivisa della lavagna tradizionale con le opportunità del digitale e della multimedialità. La caratteristica forse più significativa è data dall’essere uno strumento di fruizione di contenuti sia statici che dinamici, ma anche di produzione. Un impulso deciso verso una didattica sempre più attiva che valorizza il protagonismo degli studenti nella conquista non solo di saperi, ma anche di abilità e competenze, digitali e non solo.

 

Ma cosa si può fare con la LIM?

Prima di tutto si può fare quello che si fa con una lavagna tradizionale: scrivere, disegnare e cancellare. Ma si può fare molto altro a favore di lezioni dinamiche, collaborative, dialogate e interattive:

 

  • proiettare testi, sottolinearli, evidenziarli
  • mostrare immagini, elaborarle, gestirle
  • mobilitare sulla sua superficie testi e immagini
  • fare esercizi interattivi
  • vedere e ascoltare file multimediali, audio, video e animazioni
  • intervenire più volte sui materiali prodotti incrementandoli senza rifare tutto da capo
  • navigare su internet
  • memorizzare le elaborazioni e archiviarle

 

Con la LIM si creano contenuti nuovi utilizzando, anche in modo integrato, non solo i tradizionali applicativi, ma anche i software specifici di ogni lavagna interattiva.

Altro elemento facilitatore d’apprendimento molto interessante è la possibilità di visualizzazione condivisa non solo di contenuti, ma anche delle azioni che vengono compiute sulla sua superficie: un rinforzo visivo per la classe e cinestetico per gli studenti che via via operano a grande valenza inclusiva.

 

Rispetto alle prime LIM introdotte nelle scuole l’evoluzione tecnologica ha permesso di incrementare le funzioni e di risolvere alcune difficoltà di gestione. Ad esempio, il display interattivo Samsung Flip non ha bisogno di essere calibrato manualmente né di cablaggi fisici, anche se dispone di più funzionalità di connessione (USB, HMDI, NFC). Permette l’operatività contemporanea di quattro studenti, consente di scrivere su qualsiasi sfondo e di cancellare semplicemente con la mano. Rende possibile l’accesso a internet direttamente tramite il display. Dispone di un’interfaccia intuitiva e di un facile accesso a comandi e a strumenti e offre una scrittura fluida e colorata, simile a quella sulla carta, possibile con qualsiasi strumento. Interessante la modalità pennello che permette di simulare la pittura ad acquerello o a olio.