Lettura: come far appassionare gli alunni

20 ottobre 2023 4 minuti
DIDATTICA INNOVATIVA

La lettura costituisce uno dei momenti fondamentali nella vita di una persona, non solo per aumentare il proprio bagaglio culturale ma anche per ampliare i propri orizzonti e aprire la mente. Nonostante i dati statistici riportino un aumento della lettura in Italia tra i bambini e i ragazzi, la media è ancora molto bassa rispetto agli altri Paesi del mondo. Pertanto è opportuno che i docenti si assumano il compito di invogliare gli studenti a leggere sempre di più, non solo a scuola per fini didattici ma anche a casa come momento di svago e di divertimento.

 

Quali sono i benefici della lettura per gli studenti

Sebbene sia un atto oggi troppo spesso sottovalutato, leggere apporta numerosi benefici, non solo agli adulti ma in particolar modo ai ragazzi in età scolare. Per prima cosa la lettura favorisce lo sviluppo cognitivo: leggere infatti allena la mente e permette di approfondire nozioni esercitando il proprio cervello. Immedesimarsi nei panni dei protagonisti della storia, pensare a una possibile soluzione del problema ed entrare in contatto con un mondo diverso dal solito sono solo alcuni degli elementi che possono essere acquisiti. Un altro fondamentale vantaggio riguarda la stimolazione della creatività: proprio perché i ragazzi immaginano altri scenari e altre situazioni diverse rispetto a quelle che tendono a vivere ogni giorno, possono aumentare sensibilmente l'immaginazione e favorire lo sviluppo della fantasia. Bisogna anche ricordare che la lettura è un valido alleato per l'assunzione di nuovi termini, vocaboli, nozioni che potrebbero essere sconosciute agli studenti soprattutto molto piccoli.

 

Quali sono le migliori tecniche per stimolare la lettura

Per incoraggiare i ragazzi a leggere possono essere messe in atto delle tecniche semplici ed efficaci che si possono applicare sia a casa sia a scuola. Bisogna però sottolineare che non tutti i ragazzi sono uguali ed è opportuno tenere in considerazione anche l'età: non tutte le letture infatti sono adatte a tutti gli alunni, ma devono variare a seconda dell'anno scolastico e delle competenze di ognuno. Ad esempio i ragazzi più grandi possono affrontare delle letture più impegnate che richiedono una capacità di riflessione maggiore, mentre per i bambini è consigliabile scegliere libri più semplici ma allo stesso tempo efficaci. Tuttavia non bisogna avere timore di osare credendo che i ragazzi non possano affrontare determinate letture, ma sceglierle in maniera accurata e ponderata.

 

Favorire la lettura a scuola: creare l'ambiente idoneo

Non tutti sanno che per leggere c'è bisogno di avere intorno un ambiente calmo e possibilmente privo di rumori fastidiosi. Creare un adeguato spazio di lettura a scuola può essere un ottimo modo per invogliare i ragazzi a leggere di più. Quando infatti l'esterno è troppo caotico e non abbastanza tranquillo, il lettore può essere distratto e potrebbe non riuscire a immedesimarsi bene nella storia. Pertanto una tecnica utile a scuola consiste nella creazione di un ambiente stimolante, caratterizzato dalla presenza di libri su mensole e scaffali ma anche da locandine di film, scritte e frasi di un libro famoso oppure quadri interessanti. In tal modo gli alunni cominciano a familiarizzare con lo strumento e a incuriosirsi. Se lo spazio in classe è ridotto è possibile anche creare una piccola area delimitata in cui gli alunni possano attingere ai libri che desiderano. Per rendere ancora più stimolante l'esperienza è possibile chiedere agli studenti, dopo aver letto un particolare libro in classe, di creare un disegno che rappresenti i punti salienti della storia (per le scuole primarie) oppure scrivere un tema in cui si esprimono le proprie sensazioni al riguardo (per i ragazzi delle classi superiori).

 

Invogliare alla lettura gli studenti con gli strumenti digitali

Oggigiorno la tecnologia ha fatto passi da gigante ed è subentrata anche nel mondo scolastico riducendo sensibilmente le tempistiche e migliorando l'acquisizione di alcune nozioni e competenze. Proprio per questo motivo può essere sfruttata anche per migliorare la lettura a scuola: i ragazzi infatti tendono a preferire gli strumenti tecnologici perché più affini al proprio mondo e alle proprie abilità. Inoltre i dispositivi elettronici rendono l'esperienza in classe più divertente e stimolante dal momento che i ragazzi possono condividere con i compagni le proprie letture. Gli studenti possono dunque utilizzare il proprio smartphone o tablet per connettersi a internet e cercare il proprio libro preferito. Chi è alle prime armi può cominciare leggendo semplicemente degli articoli di giornale, delle recensioni di un film, delle poesie o ciò che più preferisce. In un secondo momento si potrà passare alla lettura di un vero e proprio libro digitale (ebook) consigliato dall'insegnante. L'esperienza interattiva coinvolgerà sicuramente l'alunno che quindi sarà maggiormente invogliato a continuare a leggere anche a casa. Nonostante per alcuni il supporto digitale abbia soppiantato ormai la carta stampata, è opportuno riconoscere che ci sono molti vantaggi che l'ebook può apportare ai ragazzi rispetto al libro tradizionale. Tra questi bisogna senza dubbio ricordare il fatto che il libro digitale non ha peso e può essere trasportato ovunque oppure la possibilità di sottolineare le parti più importanti senza l'ausilio di altri strumenti come penne o evidenziatori. Inoltre l'ebook favorisce il social reading, ovvero condividere sui propri canali social recensioni e opinioni sui libri letti.

 

Dedicare del tempo alla lettura in classe

Dare il buon esempio è una delle tecniche più efficaci per fare in modo che i ragazzi siano spinti maggiormente a leggere. Pertanto in classe il docente dovrà dedicare del tempo alla lettura tra una lezione e l'altra oppure nel momento dell'intervallo: non occorrono delle ore, basta soltanto ritagliarsi dieci minuti al giorno per leggere ad alta voce aumentando quindi anche la capacità di esposizione. Questo esercizio deve essere svolto anche a casa: è bene parlare con i genitori e far comprendere loro l'importanza della lettura per i ragazzi. In questo modo anche le famiglie potranno aiutarli a immergersi ulteriormente nel mondo dei libri e diventare dei lettori indipendenti. Un altro modo che può essere preso in considerazione consiste nel rendere reale l'esperienza della lettura: ad esempio i docenti possono organizzare degli incontri con gli autori o gli editori dei libri più recenti, con i quali gli alunni possono confrontarsi e fare delle domande in classe sui punti che li hanno colpiti particolarmente. Chi vuole può anche organizzare delle rappresentazioni teatrali in cui, una volta assegnato a ogni ragazzo un ruolo, si potrà mettere in scena ciò che è stato letto in classe.

Ti potrebbero interessare

  • DIDATTICA INNOVATIVA

    Giornata Mondiale dell’Ambiente: come festeggiare il 5 giugno con la tua classe

    24 May 2024 3 minuti
  • DIDATTICA INNOVATIVA

    Studenti con ADHD: 10 strategie per un insegnamento inclusivo

    22 May 2024 4 minuti