Covid-19 e scuola: dimostrata scientificamente l’importanza dell’educazione all’igiene

NEWS - 04 novembre 2021

Per valutare l’importanza dell’educazione all’igiene nel contrasto alla diffusione del contagio da Covid-19 l’Università Vita-Salute San Raffaele - con la partnership di La Fabbrica - ha condotto, durante la seconda ondata epidemica (autunno 2020), un’osservazione di carattere empirico in 140 scuole della Lombardia aderenti al progetto di Napisan “Igiene Insieme”.

 

Lo studio, pubblicato qualche giorno fa sulla rivista scientifica indicizzata Acta Biomedica, coordinato dal professor Carlo Signorelli, Università Vita-Salute San Raffaele con la partecipazione di Anna Odone Ordinario di Igiene all’Università di Pavia e Lucia Bricchi, Medico Specializzando in Igiene e Medicina Preventiva dell’Università Vita-Salute San Raffaele dimostra che l’incidenza di casi Covid-19 registrata in questi istituti per il periodo analizzato è stata di 643 casi su 100.000, contro 747 casi su 100.000 registrati in media nella regione Lombardia.

 

Tutto ciò si traduce in una riduzione di incidenza, statisticamente significativa, pari al 14% nelle scuole aderenti all’iniziativa. E dimostra l’importanza sempre più stringente della prevenzione e dell’educazione – già fondamentale in qualsiasi ambito della nostra vita – con particolare riferimento all’igiene.

 

LEGGI IL TESTO COMPLETO DELLO STUDIO

 

E proprio per queste ragioni, durante l’anno scolastico 2021/2022, l’iniziativa didattica Igiene Insieme si allarga ulteriormente, coinvolgendo 2.000 nuove scuole, differenziando i materiali tra scuole d’infanzia e primarie per tenere conto delle specifiche esigenze legate all’età dei bambini e - per aumentare l’inclusività del progetto - utilizzando l’approccio della Comunicazione Aumentativa Alternativa, garantendo anche ai bambini con bisogni comunicativi complessi di avere un accesso facile alle informazioni in modo da coinvolgere tutti in maniera attiva.

 

SCOPRI DI PIÙ SUL PROGETTO