Learning More: il festival dedicato alle nuove frontiere dell'apprendimento

06 novembre 2023 4 minuti
OCCHIO ALLE ISTITUZIONI

Learning More: di cosa si tratta

Il Learning More è il primo festival che si svolge in Italia a partire dallo scorso anno, incentrato completamente sull'apprendimento e sulla formazione. Si tratta di un'ottima occasione per i giovani per entrare in contatto con le nuove frontiere del sapere, per imparare e acquisire nuove conoscenze e abilità e per connettersi con il mondo della didattica. In particolar modo il Learning More mette in evidenza alcuni punti fondamentali come lo sviluppo delle tecnologie volte all'insegnamento, l'uso di nuovi strumenti che possono aiutare sia i docenti sia gli studenti e le studentesse ad avere un approccio diverso alla scuola e all'apprendimento. Partecipare a questo festival apre le porte alla crescita personale e culturale, permette di scoprire nuove realtà, migliorare le relazioni personali e confrontarsi con persone e opinioni differenti. A presiedere il Learning More ci sono naturalmente degli esperti dei vari settori, che daranno il proprio contributo al fine di rendere le informazioni fruibili a tutti.

 

 

Come funziona il Learning More

La nuova edizione del Learning More si svolgerà quest'anno a Modena nei giorni 10, 11 e 12 novembre. L'iniziativa è stata coordinata da Future Education Modena e prevede la messa in atto di circa settanta eventi nel corso dei tre giorni. In ognuna delle giornate saranno presentati workshop, presentazioni e lezioni che avranno in comune la tematica dell'apprendimento e che saranno tenute da professionisti ed esperti non solo italiani ma anche stranieri. La tematica principale di questa nuova edizione del festival sarà il rapporto tra neuroscienze e apprendimento, ovvero la reazione della mente umana che cambia il modo di conoscere e imparare in base all'utilizzo delle diverse tecnologie. Oggigiorno si tratta di un tema molto importante, grazie anche all'accrescimento dei dispositivi e degli strumenti tecnologici non solo a scuola ma nella vita quotidiana. Pertanto sia i docenti sia gli allievi possono trarre beneficio dalla conoscenza di un nuovo modo di fare didattica, che permetta di imparare attraverso luoghi, strumenti e tempi differenti. Il campo delle neuroscienze infatti sta prendendo sempre più piede nella società odierna, dal momento che favorisce i processi cognitivi e permette di aprire la mente a nuove abilità e competenze. Tra le lezioni più interessanti, ci sarà quella dedicata alla conoscenza dei neuroni specchio, la cui attivazione può portare a migliorare l'apprendimento. Questi ultimi consentono il processo di imitazione e vengono attivati sia quando un soggetto compie un'azione, sia quando quest'ultimo la vede compiere a un altro individuo. Un'altra lezione senz'altro interessante riguarda la costruzione di un insegnamento efficace mediante le neuroscienze, grazie alle quali è possibile creare delle strategie utili ai docenti per comunicare in maniera più immediata con le studentesse e con gli studenti. La realizzazione di una lezione efficace infatti, non solo permette agli alunni di apprendere in maniera più semplice, ma anche di conservare le informazioni acquisite a lungo nel tempo.

 

 

Che cosa prevede il programma del festival

Il programma del Learning More prevede poi altri interventi il cui focus si concentrerà sulla combinazione tra Intelligenza Artificiale e apprendimento. Imparare a utilizzare l'Intelligenza Artificiale in tutti i campi della vita infatti può essere un grande vantaggio e può migliorare sensibilmente le attività di tutti i giorni. Questo strumento viene già adoperato in molti ambiti lavorativi e può essere sfruttato anche a scuola per la divulgazione di competenze e abilità diverse. Un intervento da non sottovalutare riguarda l'uso dell'Intelligenza Artificiale nella formazione e nell'educazione, in particolar modo nella valutazione di coloro che partecipano alle prove di ammissione oppure per la scelta degli allievi nei diversi istituti scolastici. L'AI è un valido alleato anche a livello professionale, perché permette di selezionare il personale da assumere in base alle caratteristiche richieste e di considerare le varie candidature. Uno dei workshop più interessanti riguarda poi l'uso dell'AI nella didattica. Per trasformare completamente l'insegnamento e l'apprendimento nelle scuole, l'Intelligenza Artificiale costituisce un'eccellente risorsa che non può essere messa da parte. Grazie a questo strumento infatti la didattica potrà conoscere una nuova frontiera, esplorare campi e settori diversi e migliorare senza dubbio l'esperienza educativa. Per questa ragione tale intervento può essere formativo per gli insegnanti e per coloro che vogliono modificare il modo di fare scuola.

Scopri il programma 

 

 

Altre tematiche importanti del Learning More

Tra le tematiche più importanti che caratterizzeranno il Learning More ci sarà poi la didattica inclusiva, l'attenzione ai bisogni educativi speciali, l'Edtech e la didattica basata sul gioco. Per quanto riguarda i primi, verranno proposti degli interventi volti non solo agli studenti e alle studentesse ma anche agli insegnanti, in particolar modo quelli con DSA (Disturbo Specifico dell'Apprendimento). L'obiettivo principale sarà quello di eliminare qualsiasi forma di pregiudizio, per far comprendere che la diversità non è uno svantaggio bensì un valore aggiunto che può essere fondamentale a scuola e nella società. Anche l'Edtech è un elemento da non sottovalutare nella didattica di oggi. Quest'ultimo consiste in un approccio innovativo all'apprendimento che si basa sull'utilizzo di tecnologie sempre più avanzate che possono favorire in maniera significativa la formazione e l'educazione degli allievi. Tuttavia è importante fare attenzione alle conseguenze dell'Edtech, imparare a gestire questo strumento nel modo giusto al fine di sfruttarne appieno tutte le potenzialità. Bisogna infatti capire come usare le tecnologie in maniera educativa, quali possono essere gli approcci e i dispositivi per una didattica all'avanguardia e come avviare la scuola verso un'educazione digitale sempre più consapevole. Un ruolo di primo piano nella scuola è occupato poi dal gioco pedagogico, necessario soprattutto nelle prime fasi della crescita di un allievo. Al festival verranno effettuati dei workshop e delle lezioni che mettono proprio in luce l'importanza dell'esperienza ludica anche a scuola: i ragazzi imparano divertendosi e le informazioni e le nozioni acquisite vengono assorbite in maniera più profonda e duratura. È bene però tenere presente non solo i benefici e i vantaggi che la pedagogia del gioco comporta, ma anche le eventuali criticità che possono sorgere in campo educativo.

 

 

Come iscriversi al Learning More

Il Learning More è un festival aperto a chiunque voglia essere introdotto alle nuove conoscenze nell'ambito della formazione e dell'educazione. Tale manifestazione infatti è accessibile a tutti in maniera gratuita nel corso delle tre giornate di novembre. Chi volesse ricevere eventuali aggiornamenti può semplicemente visitare il sito internet ufficiale e accedere alla sezione apposita in cui ci si potrà iscrivere alla newsletter. In questa pagina bisognerà compilare un form inserendo i propri dati tra cui nome, cognome, indirizzo email e specificando se si tratta di un docente, di uno studente, di un genitore o semplicemente di una persona interessata all'evento. Dopodiché non resterà altro che inserire nel campo specifico quali sono i propri interessi in modo da ricevere gli aggiornamenti più pertinenti. Nel caso in cui si volessero avere maggiori informazioni sul Learning More è possibile anche visitare la sezione contatti presente nella pagina web, in cui si potrà ottenere l'indirizzo email. Chi preferisce può recarsi di persona al festival per assistere a lezioni, workshop e spiegazioni interessanti non solo sul mondo della scuola ma sul cambiamento della società in generale.

Ti potrebbero interessare

  • DIDATTICA INNOVATIVA

    Giornata Mondiale dell’Ambiente: come festeggiare il 5 giugno con la tua classe

    24 May 2024 3 minuti
  • DIDATTICA INNOVATIVA

    Studenti con ADHD: 10 strategie per un insegnamento inclusivo

    22 May 2024 4 minuti