Il 20 novembre anche Scuola.net celebria la Giornata internazionale per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza

MONDO SCUOLA - 20 novembre 2020

La Giornata internazionale per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza celebra la data in cui l’Assemblea Generale della Nazioni Unite ha approvato la Dichiarazione Universale dei Diritti del fanciullo, revisionata sempre un 20 novembre ma del 1989 come Convenzione ONU sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza.

 

La firma della Convenzione (ratificata dall'Italia il 27 maggio 1991 con la legge n. 176) è un momento di eccezionale importanza poiché riconosce, in forma coerente, tutti i bambini e tutte le bambine del mondo come titolari di diritti civili, sociali, politici, culturali ed economici. E rappresenta anche per noi di Scuola.net un’occasione importante per sostenere e celebrare tutte le iniziative che promuovono azioni concrete con l’obiettivo di costruire un mondo migliore per i bambini.

 

Nel nostro lavoro, infatti, ci impegniamo in prima linea per questo scopo, e siamo orgogliosi di realizzare diversi progetti - in partnership con ActionAid Italia - per favorire l’inclusione sociale e la collaborazione, contrastare le discriminazioni di genere e ridurre la povertà educativa aiutando i più giovani a sviluppare competenze cognitive e relazionali, abilità tecnologiche e comunicative:

 

Ripartire è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile e affronta il problema della povertà educativa cercando di aumentare la partecipazione civica di ragazzi e ragazze e della comunità educante attraverso la promozione di nuovi spazi di partecipazione e di governance della scuola e del territorio. Ripartire è un progetto di educazione civica realizzato da ActionAid insieme a Fondazione Openpolis, BiPart Impresa sociale, Fondazione Human Foundation, La Fabbrica Spa, Transparency International Italia e Università della Calabria.

 

Agente0011 favorisce l’inclusione sociale e la collaborazione, attraverso una metodologia di apprendimento “attivo”, con l’obiettivo di sensibilizzare e promuovere la comprensione critica e la mobilitazione dei più giovani sui temi dell’Agenda 2030 e degli SDGs. Il portale coinvolge le scuole e il mondo dell’educazione informale (oratori, C.A.G. centri sportivi, associazioni giovanili…) permettendo a una fascia ampia di giovani di recepire e sperimentare l’intercultura, l’inclusione e la non discriminazione.

 

Youth For Love promuove l’apprendimento attivo e il pensiero critico focalizzandosi sul tema della discriminazione di genere e del bullismo. Co-finanziato dal Programma Rights, Equality and Citizenship (REC) dell'Unione Europea, è affiancato dal corso di formazione per docenti certificato dal MIUR "SDG 5 e il ruolo della scuola nel contrasto e nella prevenzione della violenza di genere", che raccoglie proposte didattiche concrete e flessibili dedicate a tutti i gradi scolastici per stimolare la decostruzione degli stereotipi e fornire a studenti e studentesse la conoscenza e gli strumenti per riconoscere e contrastare la violenza di genere.

News correlate